I° Innocenti Mini Meeting

Le strade toscane non hanno mai visto così tante Innocenti districarsi, con passo spavaldo, fra le morbide curve delle crete senesi: un vero spettacolo il nostro primo Innocenti Mini Meeting!

Parto da Roma il venerdi mattina e sulla strada ripasso mentalmente le ultime cose da fare. L’assenza di curve sulla A1 e il rombo cupo della mia Cooper mi ipnotizzano, a tratti, e mi fanno immaginare Locandinail viaggio dei nostri amici-soci come tanti puntini colorati che si avvicinano a Siena, mimetizzandosi tra ingombranti SUV e potenti berline. E penso agli automobilisti moderni, ai quali facciamo per un attimo ripensare a quando, da piccoli, la mamma li passava a prendere a scuola con la Minor color ocra, al nonno che arrivava casa la domenica con la sua IM3 con il cellophane ancora sugli sportelli o a quando, da neo patentati , riuscivano a superare con una Cooper auto di cilindrata ben superiore!

Ci siamo, raggiunta Siena e sbrigati gli ultimi adempimenti burocratici, possiamo finalmente rilassarci e aspettare una ad una le nostre Innocenti: IM3, IM3S, J4, Regent 1300L, Mini Minor, Mini 1000, Mini Cooper, Mini 90N e SL, Mini De Tomaso, Minitre, Turbo De Tomaso, 990 e Small 500. Non abbiamo notizia di un altro evento che abbia visto la partecipazione di una varietà così ampia di vetture Innocenti.

La Toscana, con le sue strade sinuose e i paesaggi fuori dal tempo ha fatto il resto, ripagando i 1.500 km fatti da Ruth e Dave, che ci hanno raggiunti dall’Inghilterra guidando la loro impeccabile cooper 1300 export, o chi come Hans, Yoni e Avi hanno preso un aereo da Olanda ed Israele per stare insieme noi un week end.

È stata una tre giorni che ha dimostrato come la nostra community sia tutt’altro che Innocenti in Viale Maccarivirtuale: persone che per mesi hanno scambiato opinioni on-line si sono salutate come vecchi amici, condividendo con noi le loro storie: quella del signor Pifferi, ex capo officina alla Innocenti di Arezzo, arrivato a Siena con la sua Cooper e seguito dalla sua signora alla guida di una J4, o quella di André, che ha girato la chiave della sua De Tomaso Special Amaranto e ha fatto, da solo, 1.400 km tagliando l’europa da Amsterdam a Siena!

Grazie a tutti per la partecipazione e per l’amicizia che ci avete dimostrato, ci vediamo il 19-20 Settembre al nostro raduno di Lambrate perché, dopo tanti vagare, è sempre bello ritornare a casa!


Le Immagini

 

Foto: Mauro Giovannini, Federica Roversi e Andrea Marocco